logo

Blog

CHIAMALI SE VUOI EMENDAMENTI

8 Maggio 2016

Cos’è che manca in breve, al Disegno di Legge Sul Cinema Franceschini di prossima discussione in Senato:
1) Il difetto maggiore è questa MAREA di deleghe legislative, per cui molte cose saranno disciplinate da altri decreti complicando e confondendo il tutto, nell’insieme non appare chiaro.
2) La Tassa di Scopo non esiste nel Disegno di Legge Franceschini, lo Stato rinuncia alla propria fiscalità di Iva e Ires applicata nel settore dello Spettacolo, ma la tassa di scopo è molto meglio rappresentata nel DdL Di Giorgi.
3) I Contributi selettivi devono essere raddoppiati almeno al 30% e per quanto riguardo le commissioni vedere anche il ns punto 2) di Cinema In MoVimento sul cinema territoriale.
4) Abolire i contributi automatici così come formulati nel Ddl Franceschini e ritornare AI RISTORNI GOVERNATIVI
5) Le QUOTE OBBLIGATORIE non sono ben definite, molto meglio ritornare al Ddl Di Giorgi.
6) Sulla Formazione è molto meglio ritornare al Disegno di Legge Di Giorgi e al ns punto 10) di cinema In MoVimento
7) Un punto che i due Disegni di Legge non hanno previsto è LA CREAZIONE DI UN CIRCUITO DI ALMENO 200 SALE per la distribuzione del Cinema Indipendente possibile con i finanziamenti di cui all’art. 26 del Ddl Franceschini. (punto 7 di Cinema In Movimento)

Giancarlo Sartoretto – Caro Film Srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro