logo

Blog

12° E ULTIMO EMENDAMENTO LEGGE CINEMA (a cura di Cin. in MoV.)

29 Giugno 2016

Premessa.  Efficacia del controlli del Mibact e semplificazione. Nulla è previsto dal DdL. Franceschini. Modifiche. Per i controlli  vanno bene gli artt del Ddl Di Giorgi 34-40, per la semplificazione vedi Mibact punto 4) di Cin in Mov.:

  1. a) abolizione dell’attuale sistema SVILUPPO PROGETTI e al suo posto un concorso nazionale in cui si presenta solo un soggetto lungo di 24 pagine (minimo) e la relazione artistica dell’autore. Deciderà una Commissione quali sono i progetti meritevoli di sviluppo
  2. b) tasse istanza in rapporto al budget del progetto;

 Fino a € 1.500.000,00  la tassa è di € 200 per i lungometraggi, € 100 per i documentari e € 50 per i corti e    sviluppo.

Fino a € 2.000.000,00  la tassa  è di € 600;

Fino a € 3.000.000,00 la tassa  è di €1.500,00 (importo progressivo)

Fino a € 5.000.000,00 la tassa è di € 3.000,00

Oltre   € 5.000.000,00 la tassa è di €4.000,00.

La tassa per ottenere il solo interesse culturale viene abolita.

  1. c) le società che presentano progetti fino a € 1.500.000,00 possono avere un capitale sociale di 20.000 euro, 10.000 per chi presenta cortometraggi
  2. d) semplificazione burocratica. Togliere la procedura dell’inizio lavorazione.
  3. e) reintroduzione della formula produttiva che preveda la partecipazione ai costi di produzione, in misura non inferiore al 30 per cento dei rispettivi compensi, di registi, soggettisti e sceneggiatori, attori e tecnici qualificati.  Tale importo complessivo deve essere  considerato tra le spese ammissibili ai fini della tax credit interna.

Gian Sart

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro