logo

Blog

4 – ADDIO MONTI

20 Ottobre 2013

 IL SALUTO D’ADDIO A UN SENATORE ELETTO IN UN GIORNO

Addio Monti

che rovinato c’hai

con i tuoi conti.

Addio Mario

triste e solitario

che uccellato c’ hai,

con tutti sti guai.

Le tue gabelle

hanno procurato,

come colpi alla pesta testa,

un dolore di stelle,

ci dicevi che con te

l’Italia se desta

e il tunnel diventa luce,

e invece è così trista

peggio d’un duce

hai fatto sudar tasse

anche all’estetista,

in miseria si riduce l’artigian

mal si conduce con equitalia,

che lo rende più misero d’un can,

hai favorito le banche

e la Merkel t’ha detto Danke!

ma il tuo dormiente

inceder sarà eterno?

Tu che sei il frutto dell’altrui malgoverno

ci fai stare a noi nell’inferno,

che tu puoi toccar la casta?

se i ladri ti circondan

e ti diono: lasciace star

il nostro accordo dei rispettar!

E chi lo sa

magari ti riciclano

nelle alte sfere del commanno

magara ti chiameranno

ogni fine anno

quando i partiti

se so mangiato il grano

e tu fai il “gran comis”

de sti conti

che non tornano plus

e che se ne vanno

sparsi per l’Europa

a diffonder il nostro disvalor.

Ormai di viver senza te siamo pronti

Addio Monti, addio Passera

con voi se ne vanno la morta cassera

e quello spred che pur s’avviluppa

come malefica vite

Colpa di Berlusconi

e della sua troia era-che dite?

giancarlo sartoretto

addio addio addio addio addio addio

 

Da Poesie un po’ di eresie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro