logo

Blog

LE MASCHERE

22 Agosto 2015

Appunti e Disappunti
1) Con le maschere che coprono il mio volto posso finalmente vedere il nulla che c’è in me …è un paradosso, ma se il mio essere è a strati e la mia autenticità è ricoperta da tante sovrastrutture artificiose, le maschere mi facilitano i rapporti con gli altri e indossandole mi trovo felicemente a mio agio e se non abbiamo un contatto con noi stessi esse misurano il nulla che c’è in noi, se invece abbiamo attivato un qualche collegamento con la nostra essenza ultima o penultima esse funzionano a dispersione. Sappiamo chi siamo ma vogliamo confonderci e confondere gli altri.
2) La maschera dura e misura la tua andatura come ti porti con gli altri e come sei con te stesso
3) La maschera buttala nel cesso…Ma cosa resta fuori dalla maschera? L’io nudo, la nostra fragilità, la maschera sarebbe il ns carattere o come dice Reich la corrazza che indossiamo come forma di adattamento all’ambiente.
4 )Oscar Wilde dice che l’uomo è tanto meno se stesso quanto più parla in persona propria, dategli una maschera e vi dirà la verità, a Oscar Wilde piace il paradosso, con le maschere posso provare l’autenticità…E vivere in pace con me stesso e gli altri.
5) All’inizio la maschera permetteva di recitare una commedia, era una rappresentazione di altri esseri, avvenimenti circostanze, faceva parte della condizione umana, del fato, della presenza degli dei.
6) La maschera nasconde fa vedere ciò che non c’è e quindi sviluppa il nulla che viene ripristinato come fantasia, potenzialità, l’essere completo indossa una maschera che aggiunge a ciò che è il proprio essere, tutta una parte di ciò che manca e quindi maschera, quando l’uomo nasconde se stesso, si nasconde per sé e per gli altri e questo maschera al punto tale se stesso che attraverso questo meccanismo si apre, ecco perché con la maschera attiviamo la nostra conoscenza-coscienza.
Essere + maschera + maschera = personalità?!
Giancarlo Sart

2 risposte a “LE MASCHERE”

  1. Veronica Perugini ha detto:

    E cosa ne pensi dell’uomo mascherato?

    • Veronica Perugini ha detto:

      Fa parte di quegli eroi della vita quotidiana che si travestono da giustizieri per “riaggiustare” la società, con una maschera fano gli eroi senza ritornano alla vita quotidiana, è la terza maschera quella di Zorro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro