logo

Blog

1 – LA SACHER FILM CHIUDE

16 Giugno 2013

E’ di questi giorni la notizia che anche la SACHER FILM  (LA DISTRIBUZIONE CINEMATOGRAFICA DI NANNI MORETTI) chiude.

Evidentemente il cinema di qualità avrebbe bisogno di più attenzione mediatica, ma non ci sono più gli uffici stampa di una volta, adesso c’è una catena di montaggio industriale dei film, di loro si parla solo una settimana prima che escano e se il soggetto funziona anche per circostanze relative al presente, come le mode, le chiacchiere in, i miti del momento, il film può incassare altrimenti no.

Però per i film iraniani, cecoslovacchi e bulgari c’è qualche problema più evidente: il film dovrebbe essere importante da vedere per un argomento che è essenziale nel panorama della nostra vita culturale di oggi, il problema è che se non c’è questo panorama tutto rimane sottotraccia o altrimenti ci dovrebbe essere un buon ufficio stampa che si inventa qualcosa pur che se ne parli e che quindi fa scrivere i giornalisti suscitando una certa curiosità magari adoperando anche argomenti scandalistici o di basso profilo, altrimenti vista la tanta offerta filmica la domanda, (il pubblico) si posizionerà sui film considerati + “mitici”.

Come dice il famoso regista Sodebergh dopo l’11 settembre la gente vuol evadere dalla propria realtà asfittica considerata spesso un carcere a cielo aperto e rifiuta quel film + profondo e anche più intellettuale perché tanto la realtà confina gli intellettuali nell’accademia.

giancarlo sartorettosacher sacher sacher sacher sacher sacher sacher sacher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro