logo

Blog

1 – LA SACHER FILM CHIUDE/2

18 Giugno 2013

Secondo Pedro Armocida (Il Giornale) è un tipo di cinema quello distribuito dalla Sacher Film, che non sopporta il mercato o forse un mercato che non sopporta un certo cinema, “chiuso” ormai dalle 7 Sorelle Usa e dai 2 circuiti italiani.

Insomma se il prodotto attira poca attenzione bisognerebbe fare uno sforzo promozionale, ma il rischio è che si spenda e non si incassi.

Il problema è che si ridisegnano una mappa di sale sempre più periferiche il cui pubblico esige contenuti spettacolari mentre quelle del Centro Storico secondo l’articolista potrebbero attrarre film “d’essai”. Ma non è così perché anche in centro storico si tende a far vedere gli stessi film delle Multisale: “già ci viene poca gente – ti dice il gestore – se non metti quelli “famosi”, cioè quelli altamente spettacolari, non ci viene più nessuno”

Ecco perché riprendendo Gianni Canova su 8 ½ LA COMUNICAZIONE E IL MARKETING SERVIREBBERO DI PIU’ per questi film diciamo più svantaggiati, ma i costi dovrebbero essere divisi tra tanti film da distribuire per essere contenuti, cioè una promozione su scala industriale. Però giustamente dice il nostro Pedro che anche lo spettatore dovrebbe essere un tantino più curioso. Quando si abbassa il clima culturale-ideologico diventa più difficoltoso catturare l’attenzione del pubblico sempre più oggetto della concorrenza feroce di svariati media che se lo contendono.

Tutto questo ve lo dice giancarlo sartoretto. E’ poco? Direte.

Poco ma buono, rispondo. Vi saluto senza avverbio.

sacher film sacher film sacher film sacher film sacher film sacher film sacher film sacher film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro