logo

Blog

MODIFICHE ALLA LEGGE CINEMA N. 220 – 4° parte

5 Febbraio 2017

Art.34 – Delega al Governo per la riforma della promozione delle opere europee e italiane da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi.
Al Comma 2 punto a) SOSTITUIRE al posto di “introdurre procedure più trasparenti etc” fino a “tali obblighi” con altra disposizione prevista dal Disegno di Legge Di Giorgi all’art. 29.
Nuova riformulazione del Comma 2 punto a):
NELLE MISURE DA ADDOTTARSI PER LA PROMOZIONE DEL CINEMA E DELL’AUDIOVISIVO DA PARTE DELLE EMITTENTI TELEVISIVE NAZIONALI E DI INTERESSE NAZIONALE, ECCETTO LE TV LOCALI, (modifiche del sottoscritto) VIENE RISERVATA OBBLIGATORIAMENTE UNA QUOTA NON INFERIORE AL 10% DEI FATTURATI ANNUI AL NETTO DELL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO, ALL’ACQUISTO DI OPERE FILMICHE ED AUDIOVISIVE DI PRODUZIONE ITALIANA ED EUROPEA, DA ESTENDERE AL 15% AL SOGGETTO AFFIDATARIO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO RADIOTELEVISIVO.
Un ulteriore sostituzione riguarda il punto e) non definendo però il produttore indipendente ma i film indipendenti:
e) SONO FILM INDIPENDENTI I FILM D’AUTORE, SPERIMENTALI, D’AVANGUARDIA E TUTTI QUELLI A LOW BUDGET CON UN COSTO DI PRODUZONE INFERIORE A € 1.500.000,00 CHE NON SIANO STATI COPRODOTTI DA TELEVISIONI NAZIONALI ED EQUIPARABILI SECONDO IL MIBACT A FILM DIFFICILI.
Per quanto riguarda le sanzioni per il mancato rispetto delle quote aggiungere al punto successivo:
f) PREVEDERE UNA SANZIONE PARI ALL’IMPORTO DELLA PERCENTUALE PREVISTA DEL 10% DEI FATTURATI ANNUI AL NETTO DELL’IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO, DA PARTE DEI FORNITORI DI SERVIZI DI MEDIA TELEVISIVI, AUMENTATA AL 15% ALL’AFFIDATARIO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO RADIOTELEVISIVSO, DETRATTI GLI EVENTUALI INVESTIMENTI FATTI PER ACQUISTO DI FILM INDIPENDENTI COMPRESI DOCUMENTARI E CORTOMETRAGGI NEL CORSO DELL’ANNO.
Gian Sart

MODIFICHE ALLA LEGGE CINEMA N. 220 – 3° PARTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Indietro